Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo nella navigazioni accetti il loro uso.

Mercoledì, 15 Gennaio 2014 00:19

250° Anniversario dell'Apparizione della Madonna della Tempa

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Carissimi fedeli ed amici,

come già sapete questo è un anno particolare per la comunità: il 6 ottobre scorso, il nostro Vescovo Mons. Antonio De Luca ha indetto per la nostra parrocchia un anno mariano straordinario, per celebrare il  250° Anniversario dell'Apparizione della Madonna della Tempa.

imm ges

Dobbiamo renderlo speciale "celebrando la fede" con tutta la nostra vita di cristiani. Per fare ciò possiamo  attingere alla “fonte di acqua viva” -icona biblica scelta dal Vescovo in questo anno pastorale 2013/2014 –Gv 4,1-30- che dissetò per sempre la donna samaritana al pozzo di Giacobbe quando incontrò e riconobbe in Gesù il Cristo Messia e lo annunciò ai fratelli.

Il nostro compito di fedeli, infatti, non si esaurisce in una sterile e passiva partecipazione alla vita liturgica della Chiesa ma si amplifica con una vita vissuta secondo i dettami del Vangelo, aderendo a Cristo e alla Sua Chiesa con sempre più rinnovato entusiasmo. Se così vogliamo fare e ci sembra che i nostri limiti umani non ce lo permettano, ricorriamo a Maria. Ella ci aiuterà a vivere concretamente la nostra vita di fede mettendoci in cammino e, dopo aver ricevuto la lieta notizia, compiendo il nostro viaggio verso tutti i fratelli bisognosi delle nostre cure, come fece Lei stessa mettendosi a servizio di Elisabetta. Maria ricevendo Gesù nella Sua Vita e nel Suo corpo, ed Elisabetta, accogliendo entrambi nella sua casa, sono esempi eccellenti per permettere nella nostra vita la stessa accoglienza: accettare Dio e il Suo Amore ed i fratelli con i loro bisogni.

Da questo, infatti, ci riconosceranno, dice Gesù nel Vangelo, da come ci ameremo e nella misura in cui sapremo accoglierci l'un l'altro. Con questo modo di pensare e di vivere, la nostra comunità potrà fare un passo oltre, verso la santità; solo così daremo senso a questo anno giubilare che vogliamo vivere con Maria. Ella, per il Suo premuroso affetto verso i figli del Suo Figlio venne tra noi e con la Sua protezione continua il Suo compito di Madre. A Lei vogliamo dedicare questo tempo di riflessione, nella celebrazione e con questi gesti completi di carità, lasciando ai posteri un segno di questo tempo di grazia. Ho pensato, quindi, di dotare il nostro bel Santuario di una nuova campana. Perché proprio una campana?

La campana in una comunità è segno di unità: tutti, infatti ne riconosciamo il suono. Questo suono ci accompagna in tutti i momenti della nostra vita, dal suo sorgere e fino al suo naturale tramontare: i momenti belli della nascita, del battesimo, della prima comunione, del matrimonio, delle feste e anche quelli più dolorosi legati alla morte.

I tocchi della campana scandiscono le ore del giorno e accompagnano le nostre attività quotidiane ed i nostri sacrifici; ma si chiede di suonare le campane anche nei momenti più importanti della vita della comunità: per salutare un nuovo anno, per eventi particolari o in occasione di calamità.

La sua voce si diffonde e tutti chiama e richiama intorno al campanile, nella piazza, per le campagne e contrade; spiritualmente chiama anche i lontani, coloro che solo fisicamente sono distanti dalla propria comunità nativa e dalle proprie radici.

Nel suono della campana sentiamo anche la vostra voce, cari emigrati che, nonostante lontani per lavoro o altre situazioni, siete sempre in comunione con noi. Ma ancor più... nel suono della campana, come ci hanno insegnato da sempre, sentiamo la voce di Dio che ci chiama nella sua Casa per invitarci a fare esperienza di comunità e di famiglia di Dio.

II Signore ci convoca per essere una comunità in cammino e, in modo personale o collettivo, tutti dobbiamo rispondere alla Sua chiamata.

Voglia il Signore benedire quest'opera che intraprendiamo, ed estendere la Sua benedizione, per intercessione di Maria Santissima del Rosario della Tempa, su tutto il nostro paese e le sue contrade, sulle campagne e sulle stalle, sui vicini e sui lontani, su quanti non faranno mancare la propria offerta anche in suffragio dei propri defunti, affinché nello squillo dolcissimo di questo nuovo segno, tutti possiamo riconoscerci ed invocare sempre il Nome Santissimo e Glorioso del Signore Nostro Gesù Cristo.

Pertanto carissimi amici mi è gradito presentarvi il calendario, nato come strumento di divulgazione del culto di Maria S.S. della Tempa, di unione comunitaria e per affermare sempre più il senso di appartenenza a questa Parrocchia.

campanaPer sostenere questa iniziativa, visto le notevoli spese per la realizzazione del calendario e della nuova campana, è gradito il vostro contributo, poiché tante gocce formano l'oceano. Possa la Vergine della Tempa benedire i vostri sforzi di bene e proteggervi in questo mondo che velocemente cambia.

Auguri di un felice e prospero anno 2014 in cui ricorderemo il 250° dell'Apparizione.

SULLA CAMPANA SARA' INCISA LA SEGUENTE ISCRIZIONE:

D.O.M.

(1764-2014)

Questo Sacro Bronzo in onore della SS. Trinità e della Beatissima Vergine della Tempa, benedetto nel 250°Anniversario dell'Apparizione della Vergine Maria, annunzierà nei secoli con giubilo la Voce del Signore.

Il Parroco Don Michele Della Monica, la Comunità e gli emigrati sanrufesi posero nel bronzo a imperitura memoria.

 

per chi volesse contribuire alle iniziative della parrocchia trovate le informazioni qui

 

 

Letto 530 volte Ultima modifica il Mercoledì, 15 Gennaio 2014 18:37
Devi effettuare il login per inviare commenti